- COMPORTAMENTISMO VS COGNITIVISMO - ARTICOLI LovingDogs Addestratore Fanel - LovingDogs

Vai ai contenuti

Menu principale:

- COMPORTAMENTISMO VS COGNITIVISMO

LovingDogs
Pubblicato da in Cinofilia ·
Tags: COMPORTAMENTISMOVSCOGNITIVISMO




Watson, Skinner, Pavlov...scuola Bheavorista

Nella visione behaviorista il comportamento si spiega interamente con la legge dell’effetto. Ovvero se un comportamento prodotto casualmente produce un vantaggio (rinforzo) allora il comportamento si ripete; se produce uno svantaggio (punizione) il comportamento diminuisce.

Nell'approccio cognitivo, l'apprendimento produce conoscenze consapevoli, complesse e inconsce, ma non produce condizionamento.

Il rinforzo è una conseguenza vantaggiosa.
Può essere somministrato:
-aggiungendo qualcosa di piacevole: dare un bocconcino (r. positivo)
-togliendo qualcosa di spiacevole: rimuovere spina dalla zampa (r. negativo)

La punizione, ovvero una conseguenza svantaggiosa, può essere somministrata:
-aggiungendo qualcosa di spiacevole: strattonare il cane (p. positiva)
-togliendo qualcosa di piacevole (p. negativa)
Rinf positivo + punizione neg = metodo gentile

Il vecchio metodo di addestramento portava ad INIBIRE il cane rendendolo insicuro e incapace di prendere iniziative se non su comando.


PEDAGOGIA VS ADDESTRAMENTO

Focus: la pedagogia è cinocentrica, l’addestramento è antropocentrico.
La pedagogia mira a costruire il carattere e le conoscenze di base del cane, costruendo progetti pedagogici specifici tramite le A.L.
L’intervento: la pedagogia mira all’evoluzione del soggetto, mentre l’addestramento alla performatività.
Gli obiettivi dell’addestramento sono inibizione, controllo, standardizzazione.





Nessun commento


Cookie Policy | Copyright © 2019 Coppola Fanel LovingDogs
Torna ai contenuti | Torna al menu