- EDUCARE UN CUCCIOLO - ARTICOLI LovingDogs Addestratore Fanel - LovingDogs

Vai ai contenuti

Menu principale:

- EDUCARE UN CUCCIOLO

LovingDogs
Pubblicato da in Cinofilia ·
Tags: EDUCAREUNCUCCIOLO
La sfera emozionale di un cucciolo è molto complessa, quindi richiede molta responsabilità da parte nostra.
Per risolvere i problemi ci vuole metodo. Bisogna divulgare la passione cinofila. Guardare il mondo dalla Susa prospettiva. Riconoscere al cane una mente e una ricca vita emotiva.

Una base educativa è composta da 5 chiavi:
1 comunicazione (saper leggere il cane in termini di posture segnali gesti e comportamenti, e saper rispondere adeguatamente per creare una comunicazione empatia).
2 apprendimento
3 il gioco che è coinvolgimento totale, crea una relazione solida col cane
4 socializzazione
5 leadership, essere guide lungo il suo percorso di vita.


La parola "NO" viene abusata troppo.

Piuttosto che punirlo col "No", basta interrompere il suo comportamento con un suono (qualcosa che interrompa il cucciolo, no che lo punisca) e successivamente fargli fare qualcosa che noi desideriamo.

Le punizioni per essere comprese devono essere associate immediatamente al comportamento.

Dal punto di vista affettivo il cucciolo non va ignorato se piange; potrà avere problemi a livello emotivo e comunicativo.

Quando adottiamo un cucciolo e dorme non possiamo relegarlo in una stanza da solo, ma deve essere nella stessa camera in cui dormiamo noi.

Quando un cucciolo ha iniziato a riposarsi è un buon momento per fargli i lavori di contatto per abituarlo alle manipolazioni. Il contatto fisico non è solo gioco ma è anche accudimento e protezione.

I primi mesi di vita rappresentano quello che lui raccoglierà nel resto della sua vita.

Il gioco è apprendimento. Per un cucciolo non è adatta la treccia, ne vecchi indumenti, no pupazzi di stoffa, no bastoni di legno (potrà imparare a mordere i mobili)

I giocattoli che un cucciolo può usare sono fatti di materiali come gomma, orsetti, pelli di bufalo. Non lasciarli sempre e soli in giro a disposizione del cane, devono essere legati all’ interazione con l’essere umano.

Durante lo scambio, avvicinarsi con cautela e dilato, mettergli bocconcini per terra e fare lo scambio senza rubarlo, permettendogli di scegliere se l’osso o il bocconcino (per non perdere la fiducia).




Nessun commento


Cookie Policy | Copyright © 2019 Coppola Fanel LovingDogs
Torna ai contenuti | Torna al menu